Home Antiquariato Modena: 7.8.Novecento, l’introvabile altrove, XV edizione

Modena: 7.8.Novecento, l’introvabile altrove, XV edizione







Dal 10 al 13 novembre a ModenaFiere, studio Lobo rinnova l’appuntamento con l’arte antiquaria con una nuova edizione di ‘7.8.Novecento Gran Mercato dell’Antico‘ che, tra le più importanti manifestazioni del settore in Italia, da oltre dieci anni riscuote il consenso di un pubblico sempre crescente di collezionisti e curiosi.

‘7.8.Novecento’ ritorna ai padiglioni della fiera di Modena con “l’introvabile altrove” –antico, raro, prezioso, inedito, bizzarro-, selezionato e proposto da oltre 500 espositori nei 20.000 mq della mostra. Non solo un mercato antiquario, ma una vera e propria kermesse, fresca e vitale, che si distingue per la vivacità e il felice intuito con cui coglie le tendenze e anticipa i gusti del collezionismo d’arte e d’antichità. Una manifestazione che ha contribuito negli anni a creare un nuovo approccio al mercato dell’antico, suscitando con il carattere di originalità e unicità degli oggetti esposti, l’attenzione di un pubblico eterogeneo e competente. Nell’edizione 2004, oltre 25 mila i visitatori e più di 1.500 gli operatori del settore.

Dall’antiquariato al collezionismo, al modernariato, è la varietà e insieme la ricchezza degli oggetti e delle proposte a fare di 7.8.Novecento un appuntamento imperdibile nel calendario del mercato antiquario. Grazie alla particolare formula espositiva che prevede anche giornate professionali dedicate allo scambio tra espositori e commercianti, e grazie all’allestimento accurato e accogliente, ogni anno, oltre 100.000 oggetti, tra rarità, pezzi da museo e curiosità d’antan, solleticano la curiosità del visitatore e suscitano l’attenzione degli operatori del settore.

Dagli arredi alle suppellettili, dai dipinti ai tessuti, fino all’arte extraeuropea e all’antichità per esterni, una proposta variegata in cui si mischiano a solleticare la fantasia del visitatore e a stuzzicare la voglia di scoperta degli amanti di antichità, oggetti di uso comune, più modesti per funzione e prezzo ma insostituibili nella memoria e nel gusto -bottoni, cavatappi, lucchetti, accessori-, e preziose meraviglie di un tempo – mobili, gioielli, statue, pozzi, cancelli e arredi, per la casa e per il giardino.

‘7.8.Novecento’ è l’appuntamento di modernariato, collezionismo e antichità, capace di dare a ogni visitatore, sia esso appassionato, collezionista, addetto ai lavori o anche solo curioso un ventaglio ed una varietà di oggetti in grado di affascinare chiunque si rechi in fiera per i più svariati motivi: per l’arredamento della casa, la ricerca del particolare, dell’oggetto unico nel genere e nello stile, il gusto di ritrovare porcellane, giocattoli, vetri o gioielli di cui si era persa la memoria.

Tutto questo è ‘7.8.Novecento’ nel suo interminabile spiegarsi di stand ed espositori da tutt’Italia e dall’estero, in grado ogni anno di proporre soluzioni sempre nuove e originali. La manifestazione ha dato anche un forte impulso al modernariato. Lungo i padiglioni infatti si potranno trovare una varietà di porcellane, vetri e oggetti del ‘900 interessanti nelle forme e di grande valore.