Home Appuntamenti 8 marzo: in E-R un ricco calendario di iniziative con la Cgil...

8 marzo: in E-R un ricco calendario di iniziative con la Cgil in prima fila







Si apre oggi in Emilia Romagna un ricco calendario di manifestazioni di vario tipo in vista dell’8 marzo, festa della donna, con la Cgil in prima fila. Oltre ai tanti momenti più tradizionali di festa, spettacolo, distribuzione della mimosa, diffusi in tutte le province, molte sono le occasioni di riflessione e confronto sulla realtà attuale della condizione femminile, legata in particolare al lavoro e alla crisi che incombe.

Dopo le prime iniziative di oggi a Bologna (stamattina con una tavola rotonda e l’inaugurazione di una mostra a Palazzo D’Accursio sul lavoro delle donne, promossa dal Coordinamento donne Spi bolognese) e a Forlì (nel pomeriggio con il convegno “Dalla legge Finanziaria al libro Verde – erosione delle protezioni e dei diritti sociali delle donne” organizzato da Cgil e Spi territoriali), segnaliamo gli altri appuntamenti in programma.
Domani, 4 marzo, a Reggio Emilia incontro sul tema “Consultori – la sfida dell’integrazione”, con il carattere del confronto tra e con gli operatori del settore (ore 16.30, Camera del Lavoro Territoriale di via Roma 53, salone Di Vittorio): partecipano Mariella Martini, direttore ASL Reggio Emilia; Elsa Munarini, ginecologa Consultorio OPEN G; Federica Aghinolfi, ex coordinatore Polo Territoriale del Comune; Marilena Pedroni, ostetrica Consultorio Reggio Emilia; conclusioni di Anna Salfi, segretaria Cgil Emilia Romagna.
Venerdì 6 marzo la Cgil di Bologna inaugura lo “Sportello Donna” contro ogni discriminazione dentro e fuori dal lavoro. La nuova iniziativa sarà lanciata da un convegno dal titolo “La condizione delle donne oggi fra discriminazioni e crisi economica” (ore 9 alla Camera del Lavoro di Via Marconi, 67/2, salone Di Vittorio, 3° piano), con la partecipazione di sindacaliste, amministratrici, consigliere di parità, rappresentanti delle associazioni femminili della città insieme all’europarlamentare Donata Gottardi. A conclusione, taglio del nastro dello “Sportello Donna” tra brindisi e mimose.

Sabato 7 marzo a Imola si comincia alle 16 con la proposta di Cgil e l’Associazione Trama di terre dello spettacolo “SHE’S A” (Sala Consiglio comunale); domenica 8 marzo (saletta Auser di via Vivaldi) ”Sebben che siamo …nonne”, pomeriggio di musica e cabaret promosso dai coordinamenti donne Cgil e Spi; martedì 10 marzo l’appuntamento più politico con l’incontro “La storia delle donne fra crisi e diritti” (sala S. Francesco).
Sabato 7 marzo la Cgil di Rimini organizza un pomeriggio su “Il diritto e il rovescio della moda”, presso il comune di San Giovanni in Marignano: alle ore 15 protagoniste le lavoratrici del settore, alle 17 tavola rotonda con la segretaria generale Cgil di Rimini Meris Soldati, la segretaria generale Filtea nazionale Valeria Fedeli, amministratrici e dirigenti d’azienda.
Ancora il 7 marzo a Cesena (ore 9,15 presso la Camera del lavoro di via Plauto 90), Cgil Cisl e Uil organizzano un approfondimento sui temi della violenza alle donne, che prende spunto dalla proiezione di frammenti di film, dalla “Ciociara” a “Mi piace lavorare”, con gli interventi di dirigenti sindacali, rappresentanti di associazioni di donne e della “Casa per non subire violenza” di Bologna.
La Cgil di Piacenza invita tutte le donne domenica 8 marzo allo spettacolo “La pianura delle donne” di Maurizio Garuti, con Vito, tratto dal libro “Donne e ricette dalla prateria bolognese”: appuntamento alle ore 21,30 nel salone “Nelson Mandela” della Camera del Lavoro (via XXIV Maggio 18).
Lunedì 9 marzo a Parma (ore 9,30 presso il Circolo Corale Verdi) si parla di “Donne sull’orlo della crisi”, convegno Cgil con sindacaliste, amministratrici, rappresentanti dell’Unione Industriali.
Ma altre iniziative punteggiano il calendario delle prossime settimane in un percorso che prosegue anche oltre la data dell’8 marzo, almeno fino all’arrivo in Emilia Romagna, alla fine di aprile, della “staffetta contro la violenza” promossa dall’Udi-Unione donne italiane, alla quale ha aderito la Rete regionale donne Cgil e che farà tappa a Ravenna, Bologna, Modena, Forlì.
Intanto la Cgil di Modena conferma per il terzo anno consecutivo la copromozione insieme ad altre associazioni di donne della città del Vday versione 2009: nelle serate del 16 e 17 marzo, alla Tenda di Modena, andranno in scena “I monologhi della vagina” di Eva Enser: il ricavato andrà a sostegno delle donne che hanno subito violenza.