Home Ambiente Il Comune per il risparmio energetico

Il Comune per il risparmio energetico







economia_bollette_gasIl Comune di Maranello promuove il risparmio energetico. L’amministrazione comunale ha elaborato un progetto di riqualificazione impiantistica degli edifici e degli impianti termici che prevede una serie di interventi mirati ad un uso intelligente dell’energia e all’ottimizzazione delle risorse utilizzate, tra cui il telecontrollo e la termoregolazione e pannelli solari per produrre acqua calda.Attraverso un bando pubblico, il Comune ha affidato a due ditte l’appalto della gestione del servizio energia fino al 2015 per quanto riguarda la fornitura di combustibile, la conduzione, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria e gli investimenti per la riqualificazione degli impianti termici di oltre venti edifici di pubblico servizio, di proprietà del Comune e della società Maranello Patrimonio: il municipio e gli uffici tecnici, l’Auditorium Enzo Ferrari, le scuole, la farmacia e il magazzino comunale, il Centro Giovani, l’ufficio affissioni, lo Spazio Culturale Madonna del Corso, il Bocciodromo e la Sala Scaramelli, la piscina comunale e alcuni impianti sportivi. Su tutti questi edifici saranno realizzati una serie di investimenti per riqualificare gli impianti, per migliorarne l’efficienza e, di conseguenza, aumentare il risparmio di energia.

“E’ un progetto complesso e importante, su cui abbiamo iniziato a lavorare nella passata legislatura e che ora trova la sua operatività”, afferma il sindaco Lucia Bursi. “Il tema del risparmio energetico è una questione centrale per lo sviluppo delle nostre comunità, e credo che come pubblici amministratori sia un nostro dovere compiere scelte che vanno nella direzione del contenimento dei consumi, a partire dagli edifici pubblici, ma anche nell’edilizia privata: anche il nuovo regolamento urbanistico edilizio prevede norme per la diminuzione dell’impatto energetico negli edifici di nuova costruzione”.

Complessivamente, è prevista la riqualificazione di 25 impianti, tra cui il rifacimento di 9 centrali termiche, il telecontrollo e la termoregolazione su 19 edifici, l’installazione di 5 impianti a pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria, l’installazione di valvole termostatiche, l’installazione di 6 impianti di addolcimento acqua. La spesa complessiva è di poco inferiore ai 500 mila euro (492 mila). In previsione anche, in alcuni nuovi edifici e strutture come la nuova biblioteca e il nuovo centro sportivo, l’introduzione di modalità innovative di gestione del calore (geotermia nella nuova biblioteca).