Home Attualita' Lettera al Direttore dell’Ing. Marco Grana direttore uscente di Ato4

Lettera al Direttore dell’Ing. Marco Grana direttore uscente di Ato4







editoria-giornaliGentilissimo direttore

Ato4, l’Agenzia per i servizi pubblici di Modena, (Consorzio tra Comuni della provincia e Amministrazione provinciale), che ho diretto dal maggio 2004 al giugno 2009, cessa l’attività per essere convertita, in seguito all’approvazione della legge regionale 10 del giugno 2008, in Autorità provinciale d’Ambito, soggetto dotato di organi decisionali propri, composti dai Sindaci dei Comuni e dal Presidente della Provincia le cui funzioni tecniche, amministrative e gestionali sono state trasferite alla Provincia di Modena.

Mi preme affidare alla stampa poche righe per esprimere soddisfazione per il lavoro svolto e un sincero ringraziamento ai miei collaboratori.

Lasciamo alla Provincia una eredità di tutto rispetto, conti in regola, e un’ attività di riordino dei servizi (Idrico Integrato e Gestione Rifiuti Urbani) di vitale importanza per istituzioni e cittadini. A cominciare dal lavoro di razionalizzazione delle regole e delle tariffe che, è utile ricordare, prima della costituzione di Ato contava sul territorio provinciale per il Servizio Idrico 39 tariffe poi ridotte a 5 e per il Servizio Rifiuti 47 regolamenti per 47 Comuni, oggi compattati in un unico regolamento.

In epoca di liberalizzazioni dei servizi il grande merito di Ato è stato quello di impostare ex-novo sistemi di controllo, prima inesistenti, sull’attività dei Gestori, e di individuare in maniera puntuale gli investimenti che i Gestori sono tenuti ad eseguire sugli impianti e sulle reti, che prima della costituzione di Ato gravavano sui bilanci comunali. Tutto questo mantenendo, senza alcun dubbio, la titolarità pubblica degli impianti e della risorsa acqua immessa nelle reti di acquedotto.

Voglio ringraziare i presidenti che si sono avvicendati in Ato dalla sua costituzione: Graziano Pattuzzi all’epoca presidente della Provincia di Modena, Ferruccio Giovannelli, ex sindaco di Sassuolo, Giovanni Battista Pasini ex sindaco di Lama Mocogno. Grazie ai loro ruoli istituzionali e alle loro competenze tecniche, oltre che politiche, hanno creato le migliori condizioni per una buona collaborazione con i Comuni associati e per un radicamento di Ato sul territorio. Sottolineo inoltre un apporto competente da parte del Consiglio d’Amministrazione che ringrazio e una professionalità indiscussa da parte dell’intero staff.

Credo che Ato rappresenti un patrimonio di saperi e di esperienze che non va disperso in questa delicata fase di passaggio, anche e soprattutto per il rapporto che l’Agenzia ha creato con i singoli Comuni, e con l’utenza grazie alle sue politiche sociali (l’istituzione di tariffe agevolate per le famiglia in difficoltà), e inoltre per l’attività del Comitato Utenti, rappresentativo di tutte le categorie sociali ed economiche della città e della provincia.

Grazie per l’ospitalità

Ing. Marco Grana, ex-direttore Ato4