Home Formigine Donna malmenata a Formigine, Ghelfi: l’integrazione inizia dalle donne

Donna malmenata a Formigine, Ghelfi: l’integrazione inizia dalle donne







Una società che non sappia proteggere i più deboli, dal concepimento alla morte, non è una società civile. E per questo una donna che non trova il coraggio di proteggere se stessa e i propri figli dalla violenza, anche quando essa arriva da un membro della propria famiglia, è un fallimento per tutti. E lo è soprattutto quando chi fa tutto questo è uno straniero che evidentemente neppure in una società più libera trova questo coraggio.

L’integrazione arriva dalle donne: questo è un buon motivo, migliore di altri per andare in piazza. La violenza familiare non conosce etnia, è vero, ma quando avviene nell’isolamento di una comunità chiusa, rischia di divenire deflagrante per chi la subisce. E i casi nella nostra provincia si sono moltiplicati in questi mesi. Non si può costringere nessuno a denunciare: ma lasciare come abbiamo fatto in questi anni, che le comunità di chiudano al loro interno, per un malinteso senso di rispetto delle altrui culture, lascia i più deboli in balia di se stessi e dei violenti. Un dato su cui non basta riflettere, bisogna agire.

(Avv. Luca Ghelfi, Consigliere Provinciale – PDL)