Home Appennino Modenese 21° anniversario dell’assassinio del Carabiniere Nicola Campanile MOVC

21° anniversario dell’assassinio del Carabiniere Nicola Campanile MOVC







Il Coordinamento Provinciale di Modena dell’Associazione Carabinieri, insieme all’ANC di Pavullo, a quella di Siena ed all’Amministrazione Comunale di Sinalunga ed ai genitori del “Caduto”, ha ricordato il 21° anniversario dell’assassinio dell’allora 24enne Carabiniere Nicola Campanile, nato a Pavullo nel Frignano il 21 marzo 1966. Il giovane carabiniere era figlio di Matteo, oggi Presidente Onorario a.r. della Corte di Cassazione, nel 1966 Pretore di Pavullo ove prestava servizio anche il Dott. Giuseppe Figurelli (Procuratore della Repubblica prima dell’attuale Zincani).

Nicola Campanile fu colpito a morte insieme all’Appuntato Mario Forziero (di origini casertane, “lasciò” la giovane moglie e due bambine, una di 4 anni e l’altra di 3 mesi) il 1° giugno a Siena durante un conflitto a fuoco con un malvivente: ai due militari caduti in servizio fu concessa la Medaglia d’Oro al valor Civile “alla memoria”.

I coniugi Campanile sono intervenuti alla presentazione – da parte del Gen. C.A. Giuseppe Richero – del libro “C’è urgente bisogno di Carabinieri …. 1859-1861”, pubblicato per il 150° dalla Editrice modenese Il Fiorino, nel quale è riportata – alle pagine 148 e 149 – la tragica vicenda.

Al giovane “caduto” è intitolata la Caserma dei Carabinieri di Castelfranco Emilia (in procinto di essere elevata a rango di Tenenza) che fu inaugurata proprio dall’alto magistrato e dalla consorte per i quali Nicola è stato l’unico figlio.