Home Antiquariato Modena, a “Unica” la pittura metafisica di De Chirico e Carrà

Modena, a “Unica” la pittura metafisica di De Chirico e Carrà







De-ChiricoSempre opere di altri tempi, pezzi unici e preziosissimi, ma che raccontano la storia di un passato più recente. Passeggiando tra gli stand di Unica Fine Art Expo, fino a domenica 24 febbraio a ModenaFiere, oltre a mobili antichi, maioliche, gioielli, tappeti, antiquariato orientale, fontane, e capitelli è possibile ammirare le tele di due grandi maestri del Novecento, fondatori della Pittura Metafisica, Giorgio De Chirico e Carlo Carrà.

E’ “Il torneo” (olio su tela cm. 80×60) il dipinto di Giorgio De Chirico presente in mostra. Il quadro risale alla fine degli anni ’40 e raffigura con un tratto inconfondibile, come in un affresco, il bellicoso torneo tra i cavalieri in tenuta da guerra. Il maestro durante l’esecuzione di questo olio risente sicuramente della tensione dei giorni inquietanti della Seconda Guerra mondiale.

Di Carlo Carrà viene invece proposta una più classica “Marina con vela” del 1955 (olio su tela cm. 50×40). Le due tele sono esposte presso lo stand della galleria barese Sangiorgio Investimenti d’Arte.

Anche Antichità Cesaro di Padova propone una tela di De Chirico: si tratta de “I Gladiatori”, del 1930 (olio su tela cm. 97×87).

La Pittura Metafisica nasce proprio dall’incontro tra Giorgio De Chirico e Carlo Carrà, avvenuto a Ferrara nel 1917. In seguito si uniranno a questi due grandi artisti anche Filippo de Pisis, Giorgio Morandi e Alberto Savinio (fratello De Chirico). L’obiettivo comune degli artisti metafisici è quello di andare oltre l’apparenza dei fenomeni per cogliere l’essenza della realtà, il senso profondo delle cose. Nella pittura Metafisica c’è una evidente carica di suggestione, ricca di atmosfere magiche ed enigmatiche, dove si “vede” il silenzio più assoluto.

Questi sono solo un paio dei preziosi pezzi che si possono trovare a Unica Fine Art Expo, fino a domenica 24 febbraio a ModenaFiere. Già buona l’affluenza dei visitatori che hanno approfittato del fine settimana per visitare i tre padiglioni della manifestazione. Da quasi 30 anni Unica è la sola rassegna nel panorama europeo a dipingere un affresco completo e variegato dell’arte antica: questo grazie alla rassegna di pittura Excelsior, esclusivamente focalizzata sulla produzione dell’800, alle antichità per esterni di Petra, fino ai gioielli, le supellettili e i mobili più rari ed eleganti di Modenantiquaria. Quest’anno poi la manifestazione si è arricchita di un nuovo salone dedicato alle produzioni di alta gamma: Eytt, ovvero Excellence Yesterday Today Tomorrow.

Sul sito della manifestazione (www.unicaexpo.it) è già disponibile il precatalogo che raccoglie tutti gli espositori e le loro proposte più preziose e rappresentative: in questo modo collezionisti e visitatori possono arrivare in fiera preparati, selezionando già da casa i pezzi che interessano maggiormente.

Unica Fine Art Expo segue i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 20.00, il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 20.00. Biglietto intero: euro 15.00

Biglietto ridotto: euro 12.00.