Home Ambiente Le tecnologie smart aiutano la sostenibilità, l’innovazione e lo sviluppo qualitativo, sabato...

Le tecnologie smart aiutano la sostenibilità, l’innovazione e lo sviluppo qualitativo, sabato pomeriggio a Fiorano







Sabato 25 maggio, alle ore 17.15, nel Pala Green di Piazza Ciro Menotti a Fiorano, il Festival della Green Economy di Distretto, propone il workshop ‘Ict & green al quotidiano’, perchè le tecnologie smart possono aiutare la sostenibilità, l’innovazione e lo sviluppo qualitativo.

Roberto Marin, dell’università Ca’ Foscari, presenta il piano di ‘carbon management’ per ridurre le emissioni e promuovere presso studenti e personale dell’università comportamenti che abbiano un minore impatto ambientale. L’app è stato appositamente ideato per il calcolo di CO2.

Paolo Ferri, ingegnere meccanico, libero professionista nel campo dell’energia, in particolare nella progettazione, direzione lavori e collaudi di impianti a fonti rinnovabili, spiega l’app per la mobilità locale del progetto Mimesis Wecity, promosso dalla Provincia di Modena con il patrocinio dell’Università di Modena e Reggio Emilia e dell’Ordine degli Ingegneri. E’ una community di persone che, grazie a una app, si muove in modo diverso, sostenibile e divertente.

Hera presenta l’app Rifiutologo per capire in quale cassonetto buttare i rifiuti, con informazioni dettagliate su come riciclare ogni scarto, pacchetto o confezione.

Infine, giocando in casa, Stefania Spaggiari, funzionario del settore comunale turismo di Fiorano, presenta l’app turistica per Smartphone, un dispositivo per avere una guida sempre alla portata, sia per i turisti che per i cittadini, con 300 punti d’interesse nella zona tra Fiorano, Formigine e Maranello.