Home Lettere al Direttore Riceviamo e pubblichiamo: Gare all’autoporto

Riceviamo e pubblichiamo: Gare all’autoporto







autoportoGentile Direttore,

le scrivo per far presente un problema che ormai da diverso tempo sta diventando sempre più insostenibile.

Abito in una laterale di via Ancora a Sassuolo, a ridosso della Pedemontana e tutti i giorni la mia permanenza a casa è contrassegnata da un continuo via vai di camion (problema già segnalato qualche anno fa al sindaco in carica, mai risolto nonostante ci sia da anni in progetto di far convogliare tutto il traffico pesante nell’autoporto e non sulle strade private, che per di più non riescono a far passare due autocarri contemporaneamente, data la limitata larghezza della carreggiata).

Fino a quasi un anno fa almeno il fine settimana potevamo godere di una relativa tranquillità, poter far giocare i nostri figli in giardino e tenere aperte le finestre, ma ora è IMPOSSIBILE. Un continuo stridio di ruote, rombi di motore, puzza di gomma bruciata rendono la nostra permanenza a casa (e fuori) un inferno anche al sabato e alla domenica.

Allora io mi chiedo: perchè come altri non ho il diritto di vivere a casa mia ma solo di abitare? Già devo subire le polveri sottili generate dalla Pedemontana e sollevate dai camion, per di più non posso riposare nemmeno quando sono a casa dal lavoro.

Devo per forza ‘scappare’ per stare bene?

Non mi sembra una situazione accettabile e non capisco come mai questa amministrazione comunale abbia concesso che tutto questo potesse accadere, aggiungendo altri problemi di qualità della vita in questa zona.

Tutto questo per quale motivo?

Grazie per la disponibilità.

Saluti.

 

S.F. (lettera firmata)

 

 

 

 

(immagine d’archivio)