Home Modena 2×1: Natale gratis nei Musei della Diocesi di Modena e Nonantola

2×1: Natale gratis nei Musei della Diocesi di Modena e Nonantola







Duomo-Modena-largeAnche quest’anno, dopo il successo ottenuto lo scorso anno, ai Musei del Duomo di Modena e al Museo Diocesano di Nonantola ritorna la promozione “2X1: A Natale, il Museo ti regala… il Museo!”. In occasione delle feste natalizie, dal 20 dicembre all’11 gennaio, a tutti coloro che si recheranno in uno dei due musei, pagando il regolare biglietto, sarà offerto un coupon per l’ingresso omaggio per una persona da cambiare alla biglietteria del secondo museo e valido per tutto il periodo dell’offerta. In questo modo, con un unico biglietto si potranno visitare entrambi (anche in giornate diverse).

L’iniziativa intende promuovere la conoscenza di questi due importanti musei della nostra diocesi, accomunati da molti aspetti: il principale è quello di trovarsi accanto a due splendidi esempi di basiliche romaniche – il Duomo, la grande cattedrale, e l’Abbazia, il glorioso monastero – e di esporne parte dei tesori risalenti all’alto Medioevo.

Nei Musei del Duomo, dove prosegue fino a giugno la mostra su san Geminiano intitolata “La gloria del Santo”, sono esposti, fra gli altri, il preziosissimo Altarolo di San Geminiano (XII secolo), l’antico corredo funebre del patrono, la “Relatio” (il codice che ‘racconta’ l’edificazione del Duomo), gli arazzi cinquecenteschi con Storie dell’Antico Testamento e le celebri “metope”.

A Nonantola si possono ammirare i codici miniati e le pergamene di papi e imperatori di epoca medievale, la Stauroteca bizantina, gli antichi tessuti e le reliquie del Tesoro Abbaziale; inoltre, per tutto il 2015 rimarrà allestita la mostra fotografica-didattica, inaugurata pochi giorni fa, dedicata all’imperatore Carlo Magno e ai luoghi carolingi in Italia e nel modenese; infine, sono ancora esposti i capolavori provenienti dalle chiese terremotate della diocesi, tra cui dipinti di Guercino, Cantarini, Scarsellino, Crespi e Malatesta, oltre a sculture e oreficerie dal XV al XIX secolo.

Questa proposta vuole essere un primo passo per un’attività sempre più sinergica e collaborativa tra i due musei, istituzioni che non devono essere relegate a semplici custodi di oggetti del passato di cui, in alcuni casi, non si conosce neppure l’uso o il significato; bensì luoghi di diffusione della cultura e strumenti, anche per l’uomo di oggi, di intravvedere la fede attraverso le forme e i colori dell’arte.

Il Musei del Duomo saranno chiusi il 22 ed il 25 dicembre, aperti il 1 gennaio; il Museo di Nonantola sarà chiuso 22, 24, 25, 31 dicembre e 1 gennaio.