Home High-Tech Alfabetizzazione digitale, in Emilia-Romagna partono i primi “Punti Pane e Internet”

Alfabetizzazione digitale, in Emilia-Romagna partono i primi “Punti Pane e Internet”







Tutto è iniziato con una serie di corsi gratuiti di livello base sull’uso del pc, di internet e dei servizi on line, destinati a persone con competenze digitali limitate o nulle. Oggi, a distanza di cinque anni, partono i primi presidi territoriali permanenti del progetto regionale “Pane e Internet”: i primi “Punti Pane e Internet” saranno inaugurati dal 18 al 28 marzo, in corrispondenza della Get Online Week (GOW), la Settimana europea dell’inclusione digitale e della sensibilizzazione all’uso delle tecnologie e della rete.
“I Punti PeI rappresentano l’elemento cardine del nuovo corso triennale del progetto ‘Pane e Internet’ 2014-2017 – spiega l’assessore all’Agenda digitale Raffaele Donini – . E’ un tassello significativo del nostro Piano Telematico, che ci vede impegnati a tutto campo, sia nel completare la dotazione delle infrastrutture di rete e allargare il più possibile la banda ultralarga in Emilia-Romagna, ma anche nel garantire a tutti quelli che sono veri e propri diritti di cittadinanza digitale”.
I “Punti PeI” saranno gestiti dagli enti locali (Comuni capoluogo o Unioni di Comuni), con la collaborazione di scuole, biblioteche, enti di formazione, associazioni di volontariato, centri di aggregazione, centri culturali e sociali, imprese. Organizzeranno corsi di base sull’uso di pc, tablet e smartphone, sulla navigazione in internet; corsi di secondo livello e approfondimento su tematiche specifiche quali l’uso dei social media o il web marketing. La Regione supporterà i Punti Pane e Internet soprattutto nella fase di lancio, sostenendo finanziariamente le attività in programma e fornendo contenuti formativi e didattici, assistenza logistica, gestionale ed organizzativa e servizi di informazione e comunicazione tramite il Centro servizi regionale di Pane e Internet.
I primi Punti a partire saranno quelli del Comune di Rimini (inaugurazione il 18 marzo), dell’Unione dei Comuni Alto Ferrarese (20 marzo), dell’Unione dei Comuni Pedemontana Parmense (27 marzo), del Comune di Modena (28 marzo). Alcune conferenze di presentazione dei Punti PEI si svolgeranno in concomitanza della Get Online Week, alla quale la Regione Emilia-Romagna aderisce formalmente tramite l’agenzia Ervet: più di 50 le iniziative pubbliche organizzate per l’occasione in tutte le province.
“Pane e Internet” in cifre
“Pane e Internet” è un progetto finanziato nell’ambito del Piano Telematico regionale, realizzato con la collaborazione degli enti locali, delle biblioteche, delle scuole e del Terzo Settore. E’ nato con l’obiettivo di offrire opportunità di prima alfabetizzazione informatica e apprendimento continuo sull’uso delle tecnologie digitali e dell’accesso a internet, in particolare ai cittadini a rischio di esclusione digitale, che in Emilia-Romagna sono stati stimati in circa un milione di persone (dato al 2013). Si tratta principalmente di anziani, donne (in particolare casalinghe), persone in cerca di occupazione e/o con un basso livello di scolarità, e dei segmenti più deboli della popolazione immigrata. Dal 2009 al 2014, Pane e Internet ha formato circa 13.000 persone a rischio di esclusione digitale, promuovendo oltre 850 edizioni di corsi gratuiti di base sull’uso del pc e l’accesso a internet in tutte le province. Ha attivato, inoltre, il servizio di facilitazione digitale in più di 80 biblioteche comunali per il supporto dei cittadini nell’utilizzo di internet e delle tecnologie. Per dare maggiore incisività, continuità e sostenibilità alle attività di Pane e Internet, a inizio 2014 la Regione, le rappresentanze locali  e una variegata rete di associazioni e intermediari hanno siglato un protocollo triennale per la creazione di un sistema regionale di inclusione digitale: i Punti PeI ne rappresentano il cardi