Home Letteratura “Quel gran genio del mio amico 2019”, Edmondo Berselli in e-book

“Quel gran genio del mio amico 2019”, Edmondo Berselli in e-book







In maggio due appuntamenti di prestigio e con ospiti d’eccezione nell’ambito del ciclo “Quel gran genio del mio amico. Edmondo Berselli: letture e divagazioni”, che si terranno a partecipazione libera, di sabato alle 17.30 nella chiesa del Collegio San Carlo, in via San Carlo a Modena.

Sabato 11 maggio “Note con riserva. Musica, canzoni e cantanti” con Riccardo Bocca ed Ernesto Assante. Sabato 25 maggio, invece, “Sapori con riserva” con Alberto Bertoni e Licia Granello.

Sono i titoli dei due appuntamenti nel programma 2019 di “Quel gran genio del mio amico”, iniziative nel nome e nel segno di Edmondo Berselli, intellettuale, giornalista e scrittore modenese morto nell’aprile 2010.

Titoli presi a prestito dai due e-book editi dall’Associazione Amici di Edmondo Berselli in collaborazione con la casa editrice digitale del Comune di Modena “Il Dondolo”, diretta da Beppe Cottafavi. Si tratta di due piccole antologie-florilegio di scritti, testi e articoli di Berselli, a cura di Gabriele Maestri, dedicati in un caso alla musica e nell’altro a cibo e cucina, che verranno presentati nei due incontri.

Le iniziative sono state illustrate da Marzia Barbieri Berselli, moglie di Edmondo e presidente dell’associazione Amici di Edmondo Berselli; da Giuliano Albarani, presidente della Fondazione San Carlo; da Beppe Cottafavi, direttore del Dondolo, e da Eugenio Tangerini, responsabile delle Relazioni esterne di BPER Banca nel corso della conferenza stampa che si è tenuta alla Fondazione Collegio San Carlo questa mattina, lunedì 6 maggio.

Alla presentazione è intervenuto anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli.

Ancora una volta l’impegno degli organizzatori è volto a valorizzare l’ingente patrimonio culturale dell’intellettuale modenese. “Siamo giunti quasi in dirittura d’arrivo nell’archiviazione degli articoli che Berselli ha scritto per le testate per cui ha lavorato (sono tutti consultabili gratuitamente nel portale dell’Associazione

www.edmondoberselli.net). Da qui è scaturita l’idea di attingere a questo mare magnum di scritti e operare una selezione ragionata per temi ‘berselliani’. Il passo verso una collana digitale è stato immediato. Sui vari argomenti che proporremo vorremmo portare un punto di vista non scontato, ma originale, tagliente e profondo, ironico e illuminante come sono sempre stati il pensiero e la scrittura di Edmondo”, ha chiarito Marzia Barbieri Berselli.

Sabato 11 maggio alle 17 e 30 l’appuntamento dedicato a “Note con riserva. Musica, canzoni e cantanti” vedrà in dialogo il giornalista e scrittore Riccardo Bocca con il giornalista critico musicale di “Repubblica” Ernesto Assante, che racconteranno il senso e la passione di Berselli per la musica. L’incontro sarà arricchito da letture di testi dell’intellettuale modenese, eseguite da Leonardo Martinelli, e da intermezzi musicali del maestro Lucio Diegoli.

L’e-book “Note con riserva” sarà scaricabile gratuitamente dall’11 maggio sia sul sito del Dondolo (www.comune.modena.it/ildondolo) sia su quello degli Amici di Berselli (www.edmondoberselli.net).

Sabato 25 maggio, sempre alle 17 e 30, sarà la volta di “Sapori con riserva” con Alberto Bertoni, docente di Letteratura italiana all’Università di Bologna, e Licia Granello, giornalista de “la Repubblica”, che faranno scoprire un lato meno noto della produzione di Berselli, dedicato al cibo, ai sapori e alla cucina. Con la sorpresa di un paio di testi inediti. Anche in questa occasione Leonardo Martinelli leggerà brani tratti da “Sapori con riserva”.

L’e-book “Sapori con riserva” sarà scaricabile gratuitamente dal 25 maggio sia sul sito del Dondolo (www.comune.modena.it/ildondolo) sia su quello degli Amici di Berselli (www.edmondoberselli.net).

“Quel gran genio del mio amico 2019”, è organizzato dall’”Associazione Amici di Edmondo Berselli” in collaborazione con la Fondazione Collegio San Carlo. È patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna e ha il sostegno del Comune di Modena, della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, di Tradizioni e Sapori della Camera di Commercio, e di BPER Banca.