Home Modena Giro d’Italia, arriva la tappa: modifiche alla circolazione

Giro d’Italia, arriva la tappa: modifiche alla circolazione







La volata finale della decima tappa del Giro d’Italia a Modena sarà in rettilineo, sull’asfalto di via Emilia ovest, con lo striscione dell’ultimo chilometro collocato in largo Aldo Moro per arrivare al traguardo sul lato del parco Ferrari.

Martedì 21 maggio, i ciclisti, partiti da Ravenna poco prima delle 14, entreranno nel territorio provinciale a Camposanto, attraverseranno Bomporto e arriveranno in città tra le 17 e le 17.30 percorrendo la Nonantolana, il cavalcavia di via Ciro Menotti e poi la strada fino a largo Garibaldi girando a destra per la via Emilia centro. Da qui un suggestivo percorso sul pavé fino a piazza Sant’Agostino, passando sotto la Ghirlandina in un vero e proprio omaggio a Modena, e poi la volatona finale sull’asfalto della via Emilia al termine di una tappa di 147 chilometri completamente in pianura.

Il pubblico potrà assistere alla corsa lungo tutto il percorso e, dalle 14 alle 19, potrà accedere all’Open village collocato lungo viale Italia, ai margini del parco Ferrari.

Per le strutture della sala stampa, il cosiddetto Quartiertappa dove sono attesi tra i 100 e i 150 giornalisti da tutto il mondo, verrà utilizzato il Pala Molza dove verranno allestite 120 postazioni di lavoro (oltre a un’area esclusiva per i giornalisti della Gazzetta dello Sport), una sala per conferenze stampa con almeno 50 posti e una sala fotografi e broadcaster con almeno 60 postazioni di lavoro.

L’arrivo del Giro d’Italia, martedì 21 maggio, comporta la chiusura al traffico di tutte le strade comprese nel percorso (strada provinciale 9 Panaria Bassa, via Nonantolana, via Ciro Menotti, largo Garibaldi, via Emilia centro, largo Aldo Moro, via Emilia ovest fino all’incrocio con viale Autodromo) dalle 14 fino al termine del passaggio dei ciclisti, intorno alle 17.30.

Nella zona dell’arrivo della tappa, modifiche alla viabilità e alla sosta saranno in vigore già da domenica 19 maggio: in via Emilia ovest, da viale Italia a viale Autodromo, compresa tutta l’area del parcheggio antistante il parco Ferrari, dalle 13 di domenica 19 maggio sarà vietata la sosta su entrambi i lati, mentre dalle 20 entrerà in vigore anche il divieto di circolazione (eccetto veicoli di soccorso, di polizia, organizzazione del Giro, residenti, diretti alle attività, autorimesse, operazioni carico–scarico merci). Entrambi i divieti saranno in vigore fino alla mezzanotte di martedì 21 maggio.

Sempre dalle 20 di domenica 19 maggio e fino alle 18 di martedì 21, su via Marianini sarà istituito un senso unico alternato con diritto di precedenza ai veicoli diretti verso via Galaverna mentre sarà chiuso l’accesso da via Emilia ovest; su via Ruffini e via del Murazzo, l’accesso da via Emilia ovest sarà chiuso sia in entrata che in uscita, eccetto i veicoli di soccorso.

Lunedì 20 maggio, dalle 9, sarà istituito un divieto di sosta con rimozione su viale Autodromo, nell’area di parcheggio sul lato est della carreggiata, dal civico 55 al civico 35. Divieto di sosta con rimozione, dalle 12 di lunedì 20 maggio anche su via Ruffini, dal civico 1 al civico 5. Entrambi i divieti saranno in vigore fino alla mezzanotte di martedì 21 maggio.

Martedì 21 maggio i divieti di sosta e di circolazione si applicano al percorso della tappa: dalle 5 alle 18 sarà vietata la sosta su via Emilia ovest, da largo Aldo Moro a viale Italia, su entrambi i lati. Viale Italia sarà chiuso al traffico dalle 5 alla mezzanotte. Via Piazza sarà chiusa al traffico dalle 6 alle 22, e negli stessi orari sarà in vigore anche un divieto di sosta con rimozione su entrambi i lati della strada.

Dalle 7 alle 18 sarà vietata la sosta: in via Nonantolana, da via Mar Adriatico a via Menotti, su entrambi i lati; in via Ciro Menotti, da via Nonantolana a largo Garibaldi, su entrambi i lati; in piazzale Molza, in tutta l’area adibita a parcheggio (eccetto i veicoli dell’organizzazione). La sosta è vietata anche in largo Porta sant’Agostino nei posti sulla carreggiata nell’area antistante la chiesa e nei quattro spazi per disabili che, però, sono ricollocati in viale Vittorio Veneto tra il civico 5 e il civico 3.

Su viale Molza, dalle 7 alle 18, viene consentito il traffico veicolare su entrambe le corsie preferenziali per i bus e i taxi.

In via Osoppo, dalle 13 alle 18, viene istituito un senso unico alternato con diritto di precedenza ai veicoli diretti verso viale Storchi e viene chiuso al traffico, in entrata e in uscita, l’accesso da via Emilia ovest.

Dalle 13 alle 18, sulle tangenziali Pasternak e Carducci, saranno chiusi anche gli svincoli all’uscita 6 che si immettono su via Nonantolana.