Home Ceramica Mostra tematica Famous Bathrooms a Cersaie 2019

Mostra tematica Famous Bathrooms a Cersaie 2019







Famous Bathrooms è il titolo della mostra tematica di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, in scena a Bologna dal 23 al 27 settembre 2019. Allestita all’interno del Padiglione 30 della Fiera, la mostra, con la sua vocazione trasversale sia per tipologia di prodotti sia per mood espositivo, arricchisce ulteriormente l’offerta culturale di Cersaie e giunge quest’anno alla sesta edizione segnando anche un nuovo corso all’interno dello stesso format.

I due curatori, Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, hanno scelto un modello espositivo inedito, a metà tra la galleria d’arte – per cui ogni set ha pochi pezzi selezionati e ben esibiti – e la classica fiera. “Nelle precedenti edizioni, la mostra ha sempre avuto un tema specifico declinato in tanti set, sotto il cappello dell’Italian Style”, racconta Angelo Dall’Aglio, architetto e direttore operativo di Cersaie, che continua “i prodotti delle aziende coinvolte, venivano collocati all’interno dei set in ambientazioni progettate a tema. Questa edizione prevede invece un cambio di passo, sia distributivo che concettuale: lungo un percorso semicircolare, come fosse una galleria d’arte, ogni azienda ha un proprio “slot” brandizzato e un desk. Miriamo ad un nuovo format, un crossover tra una fiera B2B e una galleria d’arte a tema.”

Entrando nel vivo della mostra, il focus di Famous Bathrooms è sulla libera interpretazione di ambienti bagno ispirati da personaggi che hanno fatto la storia e che si sono distinti in vari ambiti – arte, cultura, scienze, musica, cinema – dai Beatles a Sigmund Freud, da Coco Chanel a Piet Mondrian, da Le Corbusier a Maria Callas, partendo dal presupposto che la stanza da bagno sia il regno del benessere, da arredare e personalizzare, oltre che l’ambiente più vicino ai settori merceologici di Cersaie. Il risultato è ironico, divertente, dissacrante e, sicuramente, incuriosisce i visitatori della fiera. “Ogni singolo “slot” è dedicato ad un’azienda che ha scelto un personaggio famoso e così la struttura generale dell’allestimento, anzichè avere ampi ambienti condivisi da più brand, prevede un maggior numero di “slot” di dimensione ridotta che si sviluppa in un percorso semicircolare che sfocia nell’area lounge”, racconta Davide Vercelli, formazione da ingegnere ma designer e art director, nonché co-curatore della mostra.

A inaugurare la mostra è Philippe Daverio. I visitatori di Famous Bathrooms sono accolti in uno spazio suggestivo, in cui ogni allestimento diventa un luogo intimo e a sé stante, un racconto emozionante in cui spiccano le eccellenze e le innovazioni dell’Italian Style e non solo. Nell’area centrale c’è invece uno spazio dedicato ai talks in programma e una zona lounge dove si tengono incontri, dibattiti, premiazioni e degustazioni di vini. Come per l’edizione passata si rinnova la collaborazione con la Bologna Design Week: in centro città, nel Quadrivio di Galleria Cavour è presente un “portale” che richiama la mostra in fiera.

Forte del successo riportato nei cinque precedenti appuntamenti – CerSea nel 2014, CerStile nel 2015, CerSail Italian Style Concept nel 2016, Milleluci nel 2017, The Sound of Design Italian Style Contract nel 2018 – con un totale di 44.700 visitatori e 283 aziende partecipanti – la mostra tematica di Cersaie 2019 mette in relazione una selezione di aziende di elevato profilo con un pubblico internazionale di acquirenti, oltre a professionisti alla continua ricerca di nuovi spunti creativi. “Crediamo che la freschezza dei contenuti, le modalità espositive e la possibilità di condividere spazi e utenti siano le principali leve di attrazione per le aziende sponsor. Il successo di pubblico invece è dovuto alla possibilità di trovare in un unico spazio più aziende ed una selezione ragionata di prodotti, nonchè di “ispirazioni”. Tra l’altro è un format che va oltre il prodotto, che emoziona e cattura i sensi, in un contesto elegante e conviviale, apparentemente avulso dal contesto fieristico, ma che invece si inquadra perfettamente in un Cersaie multi canale”, concludono i due curatori.

Gli eventi in programma

Lunedì 23/9 h. 14,30 – Inaugurazione della mostra con Philippe Daverio e Emilio Mussini Martedì 24/9 h 14,00 – Matrix4Design presenta “Il nuovo orizzonte del contract design” con Pierattelli Architetture e Spagnulo&Partners. Mercoledì 25/9 h 14,30 – Premiazione ADI Ceramics & Bathroom Design Award 2019 h. 19,00 – Inaugurazione mostra Famous Bathrooms in Galleria Cavour, in centro a Bologna. Giovedì 26/9 h. 10.00 – intervento dell’architetto Stefano Parancola “L’armonia del colore in architettura secondo la visione Feng Shui”

Le aziende coinvolte

ADRENALINA; AMO.WINE; BF SERVIZI; CANTONI TRADING; CERASARDA; CIR; CORDIVARI; COSENTINO ITALIA; CERAMICA FRANCESCO DE MAIO; EFFEITALIA; EMILGROUP; ETERNO IVICA; EURORAMA; FIMA CARLO FRATTINI; FLAMINIA; FREAK ANDO’; GALLERIA CAVOUR; GIACOBAZZI SURFACES; GLASS 1989; GRUPPO ROMANI; HEATILE; JULIA MARMI; KAROL-BLUBLEU; LATIFOLIA; LEA CERAMICHE; MINACCIOLO; OIKOS – LA PITTURA ECOLOGICA DECORATIVA; PEDRALI; POLIS; SERENISSIMA; RUBINETTERIE TREEMME; SELETTI; SLAMP; VORWERK ITALIA.

I media partner

BRIGHT; DESIGNPRESS.IT; E-INTERIORS; IL BAGNO OGGI E DOMANI; INTERPROMEX COMUNICAZIONE; MATRIX4DESIGN – EDITRICE INDUSTRIALE.

I due curatori

Angelo Dall’Aglio Nato a Bologna nel 1969 si laurea al Politecnico di Milano in Architettura con indirizzo in Disegno Industriale e Arredamento. Collabora con note aziende del settore arredamento come designer e consulente e contemporaneamente si dedica all’architettura di interni per abitazioni private, negozi, uffici e all’exhibit. Dal 2013 fa parte del management di Promos srl, Segreteria Operativa di Cersaie e dal 2015 ne è diventato il direttore organizzativo.

Davide Vercelli Nato nel 1966 a Varallo (Vercelli) si laurea in ingegneria al Politecnico di Torino. Designer e art director, ha collaborato con aziende leader di svariati settori tra cui: Fima Carlo Frattini di cui è art director dal 2015;

Ritmonio, dal 1999 al 2007, ne ha creato il concept e diretto l’azienda; Liberostile di cui è fondatore; HOM; Marmo Elite. Nel 2013 crea il format Aggregàti, dedicato al contract e al wellness, importante evento collettivo di Cersaie 2013 e Fuorisalone 2014. È stato docente al Politecnico di Milano e allo I.E.D. di Torino e coordinatore della commissione tematica Abitare per l’Adi Design Index. Ha ricevuto due selezioni al Compasso d’Oro e prestigiosi premi internazionali tra cui: Design Plus, l’International Design Awards e il Good Design Award.