Home Ambiente Dal Comune di Carpi fino a 4.000€ a chi acquista un’auto...

Dal Comune di Carpi fino a 4.000€ a chi acquista un’auto elettrica







C’è tempo fino al 31 dicembre 2019 per chiedere al Comune un contributo all’acquisto di un veicolo elettrico, contestuale alla rottamazione di un’auto vecchie a benzina o gasolio (motori diesel). L’iniziativa dell’Amministrazione Comunale si aggiunge agli incentivi regionali, il cui bando è stato prorogato fino al 29 ottobre, e a quelli statali: tutti incentivi che posso essere sommati.

COMUNE – Il bando carpigiano è per acquistare biciclette, ciclomotori, motocicli, motocarrozzette e auto totalmente elettrici: restano 24mila euro (sui 60mila iniziali). In caso di contestuale rottamazione di veicolo inquinante (autoveicoli benzina euro 0, 1 e 2; diesel euro 0, 1, 2, 3, 4, ciclomotori e motocicli euro 0), purché intestato a residente in Emilia-Romagna, anche non familiare dell’acquirente, sarà assegnato un bonus che può portare il contributo fino a 4.000 a euro per le autovetture, fino a 1.500 euro per i motocicli  e fino a 750 euro per i ciclomotori. Per l’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita, il contributo comunale è pari all’80% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 250 euro.

REGIONE E STATO – Chi acquista un’auto elettrica può usufruire anche degli incentivi regionali (3.000 euro con rottamazione obbligatoria di un veicolo inquinante) e statali (fino a 6000 euro in caso di rottamazione), incentivi validi anche per auto ibride e a gas.

CONCESSIONARIE – Ai contributi potrà essere sommato anche uno sconto del 15% sul prezzo di listino da parte dei concessionari che hanno aderito al protocollo approvato dalla Regione con Anfia, Unrae e Federauto.

Riguardo il bando regionale, recentemente riaperto, va sottolineato che non prevede più il requisito del reddito ISEE fino a 35.000 euro; questo contributo va prenotato entro il 29 ottobre 2019 (e poi va inviato l’ordine di acquisto entro il 31 ottobre).

Poiché tutti questi contributi sull’acquisto di auto elettriche sono cumulabili, nelle condizioni più favorevoli (contestuale rottamazione di un veicolo inquinante), si può ottenere un risparmio di ben 13.000 euro sull’acquisto (4.000 comunali, 3.000 regionali e 6.000 statali), oltre all’eventuale sconto del 15% sul prezzo di listino offerto dal concessionario.