Home Appennino Bolognese Niente più fila allo sportello: per Castiglione dei Pepoli, Marzabotto e Monzuno...

Niente più fila allo sportello: per Castiglione dei Pepoli, Marzabotto e Monzuno il certificato si ottiene online







Grazie alla nuova piattaforma messa a disposizione dalla Città metropolitana di Bologna per i cittadini di tre Comuni dell’Unione dell’Appennino bolognese (Castiglione dei Pepoli, Marzabotto e Monzuno) è possibile richiedere certificazioni anagrafiche da casa senza più perdere tempo per recarsi fisicamente presso gli uffici. Il servizio esisteva già in passato per alcuni Comuni, ma grazie all’avvio dell’ANPR è stato possibile estenderlo ad una trentina di comuni della Città metropolitana che hanno aderito al progetto (altri si attiveranno prossimamente).

La nuova ANPR (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente) infatti raccoglie centralmente i dati anagrafici da tutto il territorio nazionale, ma non prevede la possibilità di scaricarli ed utilizzarli direttamente dai cittadini. La Città metropolitana di Bologna – in accordo con il Ministero dell’Interno – ha quindi pensato di offrire un servizio in più ai cittadini dei propri Comuni, acquistando la piattaforma J-city-gov grazie alla quale i certificati anagrafici possono essere anche scaricati, stampati oppure inviati via email in formato elettronico con la firma digitale del sindaco, visualizzabile grazie al QR-code, che rende il certificato valido ed utilizzabile a tutti gli effetti.

Il cittadino può ottenere l’emissione di certificati anagrafici per sé e anche per i componenti della propria famiglia anagrafica. Inserendo i dati di un proprio documento di identità è possibile inoltre richiedere i certificati per altri soggetti, ma in questo caso solo i certificati di residenza e di stato di famiglia. Il servizio consente così ai liberi professionisti, quali avvocati e notai degli ordini professionali convenzionati, di ottenere l’emissione dei certificati di residenza e di stato di famiglia per i soggetti residenti nei Comuni della Città metropolitana di Bologna che hanno aderito al nuovo Portale dei Servizi Demografici.

Per accedere al servizio on line gli utenti devono essere in possesso delle credenziali di FedERa oppure SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale).