Home Modena Carmelo Elio Tavilla è il nuovo Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza di...

Carmelo Elio Tavilla è il nuovo Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore







Il professore Carmelo Elio Tavilla, docente ordinario di Storia del Diritto, è il nuovo Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza di Unimore, eletto con ampia maggioranza dal Consiglio di Dipartimento. Dei 42 votanti, su 54 aventi diritto al voto, il professore Carmelo Elio Tavilla, che succede al professore Vincenzo Pacillo, ha raccolto 39 voti.

Dopo la nomina, il nuovo Direttore di Giurisprudenza ha anticipato quelli che saranno i suoi propositi:

“Il mio primo impegno – afferma il Direttore di Giurisprudenza di Unimore prof. Carmelo Elio Tavilla di Unimore –  è quello nei confronti degli studenti, ai quali dobbiamo non soltanto strutture e servizi idonei alle loro esigenze, ma anche uno sforzo intelligente per adeguare la didattica allo spirito dei tempi e alle sfide della comunicazione digitale, senza per questo perdere l’anima “sociale” e umanistica delle nostre discipline. Il mondo del diritto subisce oggi le tensioni molteplici della globalizzazione, che non consente più circoscritte aree di regolazione nazionale, ma pretende anzi adeguamenti continui ai flussi economici internazionali. Resta comunque centrale il ruolo che il diritto ha e deve continuare ad avere nella tutela delle parti più esposte alla crisi e alla marginalizzazione, ai non abbienti, agli immigrati, alle vittime di soprusi, violenze, pregiudizi. Gli studenti devono sapere che il diritto o è anche e soprattutto difesa dei più deboli oppure non è. Questo, insieme a quello della internazionalizzazione e al continuo aggiornamento delle competenze, resta uno dei nostri punti cardinali di orientamento, a cui va aggiunto quello di intrecciare nuovi rapporti con gli attori sociali e professionali del territorio e di ampliare quelli già esistenti”.

Carmelo Elio Tavilla è professore ordinario di Storia del diritto medioevale e moderno. Laureatosi a Messina nel 1980, dopo una diecina d’anni come ricercatore presso  l’Università della Magna Graecia di Catanzaro, è approdato a Modena nel 1998 come professore associato, per poi diventare ordinario nel 2006. Nel triennio 2007-2010 è stato rappresentante dell’area delle scienze giuridiche ed economiche nel Senato Accademico e dal 2016 è Direttore Scientifico della Biblioteca di Area Giuridica. È condirettore della Collana di Studi «Futuro Anteriore» presso l’editore Giappichelli, nonché della rivista online di storia del diritto medievale e moderno «Historia et ius». È stato visiting professor presso l’Università dell’Artois e in quella di Angers. È vicedirettore dell’Accademia Nazionale di Scienze Lettere ed Arti Modena. Tra i suoi settori di ricerca, spiccano quelli sulla storia dell’università e sulla storia del diritto penale e della pena di morte in particolare. Vasta la sua produzione di ricerche sulla cultura giuridica e delle istituzioni del ducato estense. Attualmente dirige un progetto interdipartimentale FAR intitolato «Modena-Europa. Riforme, lumi e resistenze nel Settecento estense tra diritto, progresso scientifico e tolleranza».