Home Appennino Modenese Distacchi energia nell’Alto Appennino, Lapam: “Aprire un tavolo con gestori, operatori, associazioni...

Distacchi energia nell’Alto Appennino, Lapam: “Aprire un tavolo con gestori, operatori, associazioni e comuni. E manutenzione subito”







La nevicata di qualche giorno fa ha messo in crisi l’Alto Appennino modenese (sia nel Frignano che nelle valli del Dolo e del Dragone) con utenze rimaste staccate anche per tre giorni, come ad esempio a Dogana Nuova sopra Fiumalbo. Lapam Confartigianato sottolinea i gravi danni per il territorio e soprattutto per le aziende coinvolte: “In alcune aree i problemi sono stati prolungati, ma comunque molte aziende hanno dovuto gettare merci deperibili e rinunciare a incassi, oltre ad aver dovuto allungare tempi di consegna. Stiamo parlando di migliaia di utenze rimaste senza corrente elettrica, un numero altissimo per le nostre zone. La situazione è pesante – prosegue Lapam – e, nonostante la risposta all’emergenza sia stata tempestiva, è davvero arrivato il tempo di affrontare il tema di una adeguata manutenzione straordinaria”.

La proposta Lapam è molto chiara: “Chiediamo l’apertura di un tavolo con amministrazioni locali, gestori e operatori della rete e le associazioni di categoria. Questo tavolo dovrebbe occuparsi di una forma di risarcimento danni semplificato per le imprese coinvolte, oltre ad assumere un impegno chiaro per la manutenzione straordinaria entro un anno o due al massimo. Valutare insieme la situazione, coinvolgendo direttamente le rappresentanze d’impresa – conclude Lapam – è l’unico modo per portare la voce di tutti e di cercare soluzioni condivise e durature”.