Home Appuntamenti Shoah, le celebrazioni del ‘Giorno della Memoria’ a Reggio Emilia

Shoah, le celebrazioni del ‘Giorno della Memoria’ a Reggio Emilia







Lunedì 27 gennaio 2020 ricorre il 75esimo anniversario della scoperta, da parte delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa, del campo di concentramento di Auschwitz, oggi celebrato quale ‘Giorno della memoria’ della Shoah.

Per fare memoria, sono molte le iniziative promosse da Comune e Provincia di Reggio Emilia in collaborazione con Anpi, Alpi-Apc, Anppia, associazioni Combattentistiche e d’Arma, Cgil, Cisl, Uil, Comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia, Comitato democratico costituzionale, Istituto Alcide Cervi, Istoreco, Centro sociale Orologio, Centro Sociale Catomes Tôt, Circolo Arci Pigal, Fondazione Famiglia Sarzi, Fondazione I Teatri, Istituto comprensivo “Enrico Fermi” – Scuola primaria “Monsignor Canossini”, Istituto superiore di Studi musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”, Libera Università Crostolo – LUC.

Lunedì 27 gennaio 2020, alle ore 10.30 alla Sinagoga di via dell’Aquila 3/1, si svolgerà la cerimonia di deposizione di una corona a ricordo degli ebrei deportati. Alle ore 11, visita alla mostra “Diritti nel ghetto” a cura di Istoreco. Fra i “Provvedimenti per la difesa della razza” del 1938 e quando nel 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite adotta la “Dichiarazione universale dei diritti umani” passano solo 10 anni. Il percorso espositivo tra le opere grafiche realizzate dalle classi 4A e 4B dell’Istituto di istruzione superiore Blaise Pascal di Reggio Emilia nell’ambito del progetto ‘Nati sotto lo stesso cielo’, promosso da Comune di Reggio Emilia in collaborazione con la Fondazione Mondinsieme, ha l’obiettivo di provocare momenti di riflessione e contribuire a rendere i diritti umani universali patrimonio vissuto della nostra comunità. La mostra resterà aperta fino al 2 febbraio secondo i seguenti orari: venerdì ore 10 – 13; sabato ore 18 – 20; domenica 10– 13 e 16 – 20. È possibile prenotare visite guidate per classi e gruppi, della durata di un’ora circa, anche fuori dalle aperture al pubblico.

La cerimonia prosegue alle 12 in via Emilia Ospizio 52 con la posa di una pietra di inciampo in memoria di Aroldo Montanari.

In occasione del 27 gennaio la Biblioteca Panizzi allestisce una vetrina tematica con esposizione di libri e film, accompagnata da due bibliografie ‘Romanzi, diari, memorie, testimonianze’, con i principali libri usciti sull’argomento ed ‘Ebrei a Reggio Emilia’ con libri, articoli di riviste e tutto il materiale posseduto dalla biblioteca Panizzi – sezione di Storia Locale, insieme ad una filmografia tematica di dvd posseduti dalle biblioteche, tutti accessibili al prestito.

In tutte le biblioteche, inoltre, vetrine e proposte di lettura per bambini e ragazzi a partire dai 6 anni, accompagnate dalla bibliografia ‘Il tempo delle parole sottovoce’, curata dalla Biblioteca Rosta Nuova.

Sono inoltre in programma letture, narrazioni, incontri e attività per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, in diversi luoghi tra cui il Cinema comunale Rosebud e la Fondazione I teatri di Reggio Emilia.

Il calendario delle iniziative – che ha preso il via già a partire dalle prime settimane di gennaio – prevede infine una serie di diverse iniziative, in città e provincia, fino al mese di febbraio.

 

Istituto Alcide Cervi

Biblioteca per ragazzi Mappamondo, via fratelli Cervi 9, Gattatico

  • Fino al 16 febbraio, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13, sabato e domenica dalle 10 alle 17

Libri rinchiusi, libri liberi – dal ghetto di Terezìn a Casa Cervi

Dalla piccola biblioteca della famiglia Cervi alla Biblioteca per ragazzi il Mappamondo, oggi, una mostra Libri rinchiusi, libri liberi – dal ghetto di Terezìn e una lettura comparativa di storie passando per i libri che ci giungono direttamente dal Ghetto di Terezìn. Appuntamenti di formazione per docenti e studenti delle scuole secondarie.

In collaborazione con Matteo Corradini, ebraista e didatta della memoria. www.matteocorradini.com

 

  • 17 gennaio, ore 10

Prof, che cos’è la Shoah?

Presentazione in anteprima nazionale del libro di Frediano Sessi, Edizioni Einaudi Ragazzi, Collana Presenti Passati. Questo libro di Frediano Sessi ripercorre, in modo chiaro e documentato, tutte le tappe che portarono i tedeschi a realizzare la «soluzione finale». In collaborazione con Ufficio Stampa Edizioni EL, Einaudi Ragazzi – Emme Edizioni

 

  • venerdì 31 gennaio, ore 16 – 18,30

Libri che salvano, e come raccontarli – Formazione docenti. Verrà rilasciato attestato di partecipazione. Consigliata l’iscrizione.

 

  • sabato 1 febbraio, ore 9 -12

La Repubblica delle Farfalle – Incontro e dialogo con studenti. Necessaria la prenotazione. A cura di Morena Vannini. Promosso da Istituto Alcide Cervi. Informazioni: 0522 678356 – morena.vannini@istitutocervi.it; www.istitutocervi.it

Ingresso libero, consigliata la prenotazione

 

Cinema Rosebud

via Medaglie d’Oro della Resistenza 4

  • venerdì 17 gennaio, ore 9,30

Il viaggio di Fanny di L. Doillon, Belgio, 2016 giovedì 30, venerdì 31 gennaio, ore 9

L’Ufficiale e la spia di R. Polanski, Francia, 2019

Promosso da Comune di Reggio Emilia. Informazioni: 0522 456632 – 634 – 763 sandra.campanini@comune.re.it – www.comune.re.it/rosebud

Su prenotazione, Il viaggio di Fanny, ingresso 3€; L’Ufficiale e la spia ingresso 4€, per scuola primaria e secondaria di primo grado

 

Istoreco

Biblioteca Ettore Borghi Istoreco, via Dante Alighieri 11

  • 17 gennaio, ore 10-12,30

“27 gennaio: una pausa di riflessione. Celebrare, ricordare, studiare” in occasione del Giorno della Memoria Alberto Cavaglion dialoga con gli studenti della Consulta provinciale neo eletti, rappresentanti di tutte le scuole della provincia di Reggio Emilia. L’incontro è riservato agli studenti della Consulta.

In collaborazione con USP Reggio Emilia

 

Sinagoga

via dell’Aquila 3/a

  • da sabato 18 gennaio fino a domenica 2 febbraio

Diritti nel ghetto – Mostra di opere grafiche. Fra i “Provvedimenti per la difesa della razza” del 1938 e quando nel 1948 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite adotta la “Dichiarazione universale dei diritti umani” passano solo 10 anni. Questa mostra vuole provocare momenti di riflessione e contribuire a rendere i diritti umani universali patrimonio vissuto della nostra comunità. Le classi 4A e 4B (a.s. 2018/2019) dell’Istituto di istruzione superiore Blaise Pascal di Reggio Emilia hanno contribuito con le immagini grafiche create durante il progetto Nati sotto lo stesso cielo, promosso da Comune di Reggio Emilia in collaborazione con la Fondazione Mondinsieme.

Aperture al pubblico: venerdì ore 10-13, sabato 18-20, domenica 10-13 e 16 – 20.

Visite guidate: è possibile prenotare visite guidate per scuole e gruppi fuori dall’orario dell’apertura al pubblico

 

Eventi collaterali

  • sabato 18 gennaio, ore 18

Proiezione – L’ultima testimonianza di Piero

A 15 anni Piero Terracina è stato deportato ad Auschwitz-Birkenau. Di tutta la famiglia è stato l’unico a sopravvivere. Instancabile testimone della Shoah per vent’anni, spesso ha incontrato gli studenti reggiani del Viaggio della Memoria. Piero è morto nel dicembre 2019. Dell’ultima registrazione al Teatro Romolo Valli si propone una video di 50 minuti. In collaborazione con Telereggio

ore 19 Inaugurazione della mostra. Con Chiara Casotti di Amnesty International, Mario Cipressi di Fondazione Mondinsieme, Matthias Durchfeld di Istoreco

 

  • sabato 25 gennaio, ore 18

Criminali del campo di concentramento di Bolzano

Raetia editore, 2019. Deposizioni, testimonianze, fotografie, disegni e certificati, finora mai pubblicati. Grazie a queste nuove fonti sono state ricostruite le biografie dei principali responsabili dei misfatti avvenuti durante i dodici mesi di funzionamento di uno dei principali luoghi di detenzione nazista nell’Italia occupata. Presentazione del libro con Costantino Di Sante, autore del libro e direttore dell’Istituto storico Ascoli Piceno, Alessandra Fontanesi, Istoreco Reggio Emilia. In collaborazione con Biblioteca Ettore Borghi.

 

  • sabato 1 febbraio, ore 18

Che senso ha fare memoria? Incontro con Alberto Melloni (da confermare), Università di Modena e Reggio Emilia. Adriano Arati, Istoreco Reggio Emilia.

 

Settimana della Memoria – Pietre di Inciampo 2020

25 gennaio, ore 15 nuova posa Pietra d’Inciampo per Adolfo Rossi, via Oliviero Ruozzi 25 29 gennaio, ore 11,30 nuova posa Pietra d’Inciampo per Renzo Bertani, via Bianchi 2 Informazioni: www.inciampa.re.it

 

Chiostro Grande accanto all’ingresso di Istoreco, via Dante Alighieri 11

  • lunedì 27 gennaio

I Soldati che dissero no. Storie di deportazione a Reggio Emilia dopo l’8 settembre 1943 Inaugurazione della esposizione permanente all’interno dei Chiostri di San Domenico. La mostra delle immagini dei luoghi dove vennereo arrestati, e in seguito deportati, gli IMI a Reggio Emilia ha trovato finalmente una collocazione stabile e sarà sempre visitabile.

Informazioni: www.istoreco.re.it

 

Centro Sociale Catomes Tot

via Panciroli 12

Racconti – Letture delle biografie di due anziani del Centro Sociale Catomes Tot domenica 19 gennaio

L’orgoglio di avere realizzato un sogno – Cristofori Renato intervistato da Giglio Gaetano

  • domenica 26 gennaio, ore 16

E stag bein! Allegri – Nestore intervistato da Bevivino Gianpietro. A cura di Centro Sociale Catomes Tot, in collaborazione con La Locanda della Memoria. Informazioni: tel. 0522 440603, ingresso libero.

 

Istituto Comprensivo “E. Fermi”

  • martedì 21 gennaio, ore 14,30 – 15,30

Scuola primaria “Mons. Canossini”, via Ferri 14

Letture … per non dimenticare. Le classi 3C e 4C ascolteranno insieme storie legate al periodo della Seconda Guerra Mondiale. A cura di volontari dell’ANPI di Sesso (RE), promosso da Istituto Comprensivo “E. Fermi”. Informazioni: tel. 0522 531766 (chiedere di Paola Boni)

 

LUC – Libera Università Crostolo

ore 15,30 -17,30

Laboratorio Urbano, Chiostri di S. Pietro, via Emila S. Pietro 44/C

Storia dell’Europa del Novecento Il corso si focalizzerà sulla seconda metà del Novecento, a partire dalla Seconda Guerra Mondiale. Dopo aver delineato i progetti espansionistici del nazismo e le idee di Europa sorte durante la lotta resistenziale, verranno esaminate le condizioni del continente nel dopoguerra e l’inedito tentativo di costruire delle istituzioni comuni. Si indagheranno le fratture determinate dalla guerra fredda e della faticosa conquista dei diritti umani. Si concluderà con uno sguardo sull’Unione Europea attuale e i suoi problemi.

  • 22 gennaio Gustavo Corni – Il nuovo ordine europeo nazista
  • 29 gennaio Mirco Carrattieri – Una Resistenza Europea?
  • 5 febbraio Lorenzo Bertucelli – Il continente selvaggio: l’Europa della ricostruzione
  • 12 febbraio Rocco D’Alfonso – Un difficile cammino. Il processo di integrazione europea dal ’45 ad oggi
  • 19 febbraio Stefano Petrungaro – Uno sguardo sull’Europa orientale
  • 26 febbraio Marica Tolomelli – L’Europa dei diritti, dal Sessantotto a Helsinki

Corso promosso da LUC, in collaborazione con Dipartimento di Studi Linguistici e culturali di UniMoRe e con Istoreco. Informazioni: iscrizioni presso la segreteria LUC. Numero di iscritti massimo 130/140 tel. 0522 452182 mail: segreteria@liberauniversitacrostolo.it – www.liberauniversitacrostolo.it

 

Centro Sociale Orologio

via J. E. Massenet 19

  • mercoledì 22 gennaio, ore 21

Il rumore della memoria. Letture e musica, con Erio Reverberi violino, Matteo Pacifico clarinetto, Giancarlo Corcillo fisarmonica, William Monti chitarra, regia William Monti. Promosso da Centro Sociale Orologio. Informazioni: tel. 0522 304624

 

Circolo ARCI Pigal

via Petrella 2

  • mercoledì 22 gennaio, ore 20.30 – Gnocco fritto e salume

ore 21 – La strada del ritorno – Presentazione e spettacolo teatrale di prosa. Testo e regia Davide Villani, con Fabrizio La Gioia, Diego Venturelli, Claudia Nicolini, Matteo Bertani, Marco Bertani. Anni dopo la fine della guerra un pittore di origine ebrea ritorna nella sua città natale, in quella terra tanto amata abbandonata contro la propria volontà. Promosso dal Circolo Arci Pigal in collaborazione con l’Associazione Culturale Le Rane. Spettacolo a pagamento, ingresso unico riservato ai soci Arci. Costo della serata 10 €, bambini fino a 6 anni ingresso gratuito, ragazzi fino a 10 anni 7 €.

Informazioni: Cinzia 366 3465465 – cinziapigal@hotmail.com – arcipigal.it

 

Spazio Culturale Orologio

via J. E. Massenet 17/A

  • giovedì 23 gennaio, ore 16,45

Letture “Il nemico e altre storie”, letture, età da 3 anni. Ingresso gratuito

 

  • da lunedì 27 gennaio a sabato 1 febbraio

Itinerario espositivo negli ambienti dello Spazio Culturale Orologio tra installazioni, suggestioni, immagini, materiali, suoni e parole per immergersi nella storia locale. In collaborazione con l’Istituto “Alcide Cervi” di Reggio Emilia. Informazioni: Ingresso gratuito negli orari di apertura al pubblico (da lunedì a venerdì dalle 14,40 alle 18,30; martedì e sabato dalle 9 alle 13)

 

  • lunedì 27 gennaio, mattina e ore 21

Cuori di terra – Memoria per i sette fratelli Cervi Spettacolo teatrale a cura di Teatro Dell’Orsa con Bernardino Bonzani e Monica Morini, per ragazzi di età da 11 anni. Mattina ingresso su invito riservato alle scuole secondarie di I grado, ore 21 ingresso gratuito su prenotazione

 

  • venerdì 31 gennaio mattina

Incontro sulla storia delle OMI-Reggiane di Reggio Emilia In collaborazione con il Centro Teatrale MaMiMò. Ingresso su invito riservato alle scuole secondarie di I grado ore 18 Narrazione liberamente tratta dal libro Disegnava aerei di Annamaria Giustardi. La storia di quello che accadde il 28 luglio 1943 alle OMI-Reggiane di Reggio Emilia, la più grande fabbrica italiana per la produzione di velivoli da caccia. Età da 11 anni. Ingresso gratuito su prenotazione

 

  • sabato 1 febbraio

ore 17 Apertura straordinaria con itinerario espositivo guidato su propaganda e storia locale. Ingresso gratuito su prenotazione

ore 18 Sospettiamo di capirci qualcosa Il teatro come veicolo per indagare la nostra società, tra online e offline. Incontro con Tommaso Amadio, attore dello spettacolo Sospetti (SUS) e direttore artistico Teatro Filodrammatici di Milano, Alfredo Colella, esperto di comunicazione digitale, modera Clizia Riva, docente ed esperta dei percorsi genocidiari del Novecento. A seguire aperitivo e alle ore 21 spettacolo Sospetti (SUS) al Teatro Piccolo Orologio. A cura di Centro Teatrale MaMiMò. Informazioni: 0522 383178 – www.mamimo.it – Ingresso libero fino ad esaurimento posti Promosso da Comune di Reggio Emilia – Officina Educativa 0522 585396 mail: spazioculturaleorologio@comune.re.it

 

Fondazione I Teatri

  • giovedì 23, venerdì 24, sabato 25, domenica 26 gennaio, ore 20,30 Teatro Cavallerizza Officine Reggiane

Il sogno di volare Di Marco di Stefano, regia Angela Ruozzi. La storia dell’industria italiana è anche la storia degli uomini del novecento: una storia fatta di grandi slanci e di rovinose battute di arresto, di lotte per i diritti sociali, di guerre sanguinose, di progetti, di amori. È di queste persone che si parla in Officine Reggiane. Prodotto da Centro Teatrale MaMiMò / Fondazione I Teatri / Spazio Gerra, con la collaborazione di Istoreco, con il sostegno di Regione Emilia Romagna e Comune di Reggio Emilia, con il contributo di Transcoop, Famiglia Strozzi Albano. Spettacolo a pagamento

 

  • domenica 26 gennaio, ore 11 Ridotto del Teatro Municipale Romolo Valli

Se questo è Levi Regia Luigi De Angelis, drammaturgia Chiara Lagani, con Andrea Argentieri. A partire dai documenti audio e video delle teche Rai, Andrea Argentieri veste i panni dello scrittore Primo Levi. Prodotto da Fanny & Alexander. In scena nell’ambito di Finalmente Domenica. Spettacolo a ingresso libero

 

  • lunedì 27 gennaio, ore 20,30 – mercoledì 29 gennaio, ore 9 e ore 11 (riservato alle scuole) Teatro Ariosto

Hans Liberamente tratto da L’amico ritrovato di Fred Uhlman. Hans narra dell’amicizia, nata sui banchi di scuola, tra due ragazzi completamente diversi per estrazione sociale e carattere. Hans ha origini ebree e Konradin proviene da una nobile famiglia tedesca. Spettacolo a pagamento. A cura di Fondazione I Teatri Reggio Emilia Informazioni: 0522 458811 – biglietteria@iteatri.re.it – www.iteatri.re.it

 

Istituto di Studi musicali Peri-Merulo

  • domenica 26 gennaio ore 11 Auditorium “Gianfranco Masini” – Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”, sede “Achille Peri” di Reggio Emilia, via Dante Alighieri 11

Intranima Lieder Ciclo rappresentativo per voce recitante, mezzosoprano, violino e pianoforte su testi di Giorgio Bassani, musica di Corrado Sevardi. Giuliano Brunazzi voce recitante, Cristina Calzolari mezzosoprano, Alessandro Sevardi violino, Davide Finotti pianoforte. Concerto nell’ambito della L’Ora della Musica 2020 – XXXIX edizione. Promosso da Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnovo ne’ Monti “Achille Peri – Claudio Merulo”. Con il Patrocinio della Fondazione “Giorgio Bassani” di Ferrara Informazioni: 0522 456771 – direzioneperi@comune. re.it – www.peri-merulo.it. Ingresso libero e limitato ai posti disponibili. Fondazione famiglia Sarzi

 

Aula Magna Università degli Studi di Modena e Reggio, viale A. Allegri 9

  • lunedì 27 gennaio ore 16,30

La bambina con la stella gialla. Per non dimenticare Uno spettacolo intenso che coinvolge attori e burattini per raccontare la storia di Liliana, ragazzina ebrea, che ha vissuto l’orrore di Auschwitz. Attori e burattini insieme, conducono lo spettatore nei ricordi della bambina dalla stella gialla. A cura di Antonietta Centoducati, con Gianni Binelli, Antonietta Centoducati (attori) e Sabina Ressia e Vittorio Pioli (burattinai), musiche a cura del Maestro Ovidio Bigi. Promosso da Fondazione Famiglia Sarzi. In collaborazione con Università degli Studi di Modena e Reggio. Informazioni: 393 8338522 – segreteria@fondazionefamigliasarzi.it www.fondazionefamigliasarzi.it; Ingresso libero. Progetto Nomadi

 

SD Factory, via Brigata Reggio 29

  • venerdì 31 gennaio, ore 18

Inaugurazione mostra – Porrajmos. Alcune tracce sul sentiero per Auschwitz: la persecuzione dei Sinti e dei Rom Proiezione del documentario Men Tincaraimi La mostra ripercorre quelle che furono le azioni intraprese in Europa e in Italia per la “Lotta contro la Piaga Zingara”. Attraverso documenti storici, testimonianze di guardie tedesche e di sopravvissuti, ventidue pannelli ripercorrono l’olocausto dei nomadi. La mostra, oltre ad essere un approfondimento storico, vuole favorire anche momenti di riflessione sull’attuale comunità sinta e rom presente nel territorio. A tal fine gli operatori del Progetto Nomadi del Comune di Reggio Emilia saranno disponibili a fare incontri con le singole classi per approfondire tale tematica. A cura di Progetto Nomadi. Promosso da Comune di Reggio Emilia – Servizio Inclusione e Intercultura e Officina Educativa Informazioni: 0522 456711 – lisa.castronuovo@municipio.re.it. Dal 1 all’8 febbraio (tranne domenica 2) apertura mostra dalle 9 alle 13 su invito concordato con scuole.

 

Tutti gli appuntamenti, salvo dove diversamente indicato, sono a ingresso libero e limitato ai posti disponibili. Per informazioni: www.comune.re.it / 0522 456249