Home Politica Sergio Anceschi: sicurezza, pane e lavoro

Sergio Anceschi: sicurezza, pane e lavoro


# ora in onda #
...............




Ultimamente i controlli rispetto alla sicurezza sono decisamente aumentati e tanti concittadini si sentono, forse, più tranquilli.

Personalmente andrò controcorrente ma come spesso mi accade ho i miei bei dubbi in merito, mi spiego e prendo a riferimento due fatti recentemente successi:
un magrebino è stato sonoramente multato (pare 5.000 Euro) e pure la macchina gli hanno sequestrato perché…vendeva abusivamente Pane da lui prodotto senza la licenza per farlo, io di quel pane ne ho mangiato assieme ad amici, stimati medici, politici, dirigenti d’azienda e nessuno è stato male, anzi per la verità era molto buono, forse non cotto con la migliore igiene, probabilmente non cotto col legno delle bare come in alcune realtà tutte italiane.
Alcuni africani, parcheggiatori abusivi in un piazzale degradato e “spacciatori” di..fazzoletti di carta sono stati salatamene multati (anche in questo caso, pare per 5.000 euro) non gli hanno sequestrato la macchina perché, pare, non ce la avevano proprio.
Tutto questo alla faccia di Caselli candidato della destra che afferma che i migranti sono avvantaggiati e meno controllati degli autoctoni nella gestione di attività commerciali.
Se questi sono i reati che sconvolgono l’ordine e l’opinione pubblica devo dire che sarò bastian contrario ma a livello di sicurezza più mi preoccupano le migliaia di morti sulle strade e sul lavoro.
A livello di cattivo comportamento rispetto alla comunità, mi chiedo: hanno più danneggiato il magrebino “spacciatore” di pane ed il nero africano “spacciatore” di fazzoletti di carta o quei signori che hanno chiuso in cassaforte i lauti guadagni di anni ed ora vogliono chiudere le fabbriche che hanno prodotto la loro ricchezza, lasciando a casa e nella disperazione migliaia di lavoratori, piccole imprese, famiglie?
In sostanza che messaggio diamo se multiamo chi fa il pane e giustifichiamo chi ce lo toglie?
Ai posteri l’ardua sentenza.

Sergio Anceschi

e-mail: sergioanceschi@gmail.com

Candidato come indipendente nella lista del PdCI per i Consigli Comunali di Sassuolo e Fiorano, col chiaro scopo di andare al superamento degli attuali comuni e la fusione tra Sassuolo, Fiorano e Maranello in Nuova Emilia.Candidato sempre nella lista del PdCI come indipendente alla Provincia per puntare alla soppressione della stessa in quanto ente inutile.