Home Formigine Mediterranea: a Formigine va in scena la spagna di Garcia Lorca

Mediterranea: a Formigine va in scena la spagna di Garcia Lorca

musica2Proseguono gli appuntamenti nel versante modenese di “Echi Musicali” 2009: domani 10 agosto, a partire dalle ore 21, in Piazza Calcagnini a Formigine va in scena “Mediterranea”, il concerto del quartetto composto da Michele Serafini (flauto), Andrea Candeli (chitarra), Corrado Ponchiroli (canto, ballo, palmas) e Chiara Guerra (ballo e palmas). L’esibizione sarà accompagnata da due ballerine di flamenco che rifletteranno, anche nella danza, il modo di essere passionale e solare del ceppo latino.

Il progetto, ideato e coordinato dal M° Andrea Candeli, è un itinerario musicale attraverso le canzoni e le composizioni poetiche di Federico Garcia Lorca. La chitarra accompagnerà lo spettatore in un viaggio sentimentale, alla scoperta delle creazioni mitiche, come la figura del “gitano” e del “torero”, fuoriuscite dalla penna del poeta più sensibile. Sono arie dai forti colori locali intrise di tutte le varianti del dolore, sempre dominato dall’amore e dalla morte, dove l’eterna domanda, tipicamente lorchiana, rimane sempre senza risposta. E’ una trasposizione artistica di quell’Andalusia gitana ricca di tradizioni folkloristiche culturali, fortemente dominate da colori e sentimenti, capaci di trasmettere emozioni tanto profonde nella loro semplicità primitiva. Il progetto ha dunque l’ambizione di tracciare un filo conduttore storico-musicale di una tradizione tanto ricca ma ancora poco conosciuta, attraverso la musica, il ballo, il canto dell’Andalusia e i versi scritti da Federico Garcia Lorca.

Andrea Candeli (chitarra), modenese, comincia a suonare la chitarra a sette anni, si diploma presso l’Istituto Musicale Pareggiato “O. Vecchi” di Modena nel 1993 sotto la guida dei Maestri Vincenzo Saldarelli e Florindo Baldissera. Continua poi lo studio della chitarra classica perfezionandosi a Parigi con il M° Alberto Ponce e partecipa a numerosi corsi di perfezionamento. E’ stato premiato come solista in numerosi concorsi Nazionali e Internazionali, tra i quali il Concorso “Riviera dei Fiori” ad Alassio (primo assoluto), il Concorso “Pasquale Taraffo” a Genova (primo assoluto), il Concorso “Giovani Musicisti Gargano 92”, il Concorso internazionale di Musica da Camera “Ottocento Festival” a Forlì. Ha fondato la scuola di musica “Accademia Musicale del Frignano” di Pavullo con la quale promuove i gruppi emergenti. Nel 1995 gli è stato assegnato il prestigioso “Premio Ghirlandina” città di Modena per essersi distinto nel campo artistico musicale. Nel 2003 ottiene il diploma di qualifica superiore (livello Europeo 4) come Agente di sviluppo culturale. Vanta numerose collaborazioni, tra cui Vladimir Mikulka, Barbara Vignudelli, Karl Potter, Alessio Menconi, Massimo Foschi, Flavio Bucci. È Direttore Artistico di numerose rassegne concertistiche (Giovedì al Giardino Ducale, Echi Musicali, Lungo le Antiche Sponde ecc) e di due festival chitarristici (Festival Internazionale Arte a 6 corde, Modena Guitar Simposium). E’ docente di chitarra presso il Liceo Musicale Paradisi di Vignola. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero, come solista e in diverse formazioni cameristiche.

Corrado Ponchiroli (voce, ballo, palmas). Corrado Ponchiroli si forma come attore al Teatro Nucleo di Ferrara. Come attore professionista, presso il centro di produzione di teatro per l’infanzia “Teatrodelle Briciole” di Parma, ha vinto i premi “Biglietto d’oro” e “Stregagatto”. A Reggio Emilia studia danza classica con Renè Lejeune. A Madrid e Siviglia studia danza flamenca con i maestri Manolo Marin, Javier Cruz, Mariano Torres, Concha Vargas, Antonio Canales, El Torombo e altri ancora. Come “bailaor” di diverse compagnie di flamenco si è esibito in numerosi festival di danza e teatri italiani quali: Teatro Nazionale di Milano, Festival di Acqui Terme, eatro Parioli di Roma, Festival di Palazzo Pitti di Firenze, Todi Festival, Teatro Arena del Sole di Bologna.

Michele Serafini (flauto) suona dall’età di otto anni. Dopo il suo diploma conseguito presso l’Istituto Musicale Pareggiato A. Tonelli di Carpi, ha vinto vari premi tra cui La Musica nel Gargano, il Concorso Internazionale organizzato dalla Biennale di Venezia e il Concorso per la selezione nazionale dell’Orchestra Giovanile Italiana e si è piazzato nei primi posti della graduatoria della Selezione Europea per l’Orchestra della CE. Svolge tuttora intensa attività concertistica nelle più svariate formazioni ed era solista nell’orchestra durante il tuornée nazionale dell’Operetta “La Vedova Allegra” con Lando Buzzanca. Recentemente si è esibito a Città del Vaticano in diretta Rai International presso l’ Aula Paolo VI (Sala Nervi), in presenza del Santo Padre.

Chiara Guerra (ballo, palmas) nata a Verona nel 1979, inizia gli studi di danza classica a 7 anni, superando brillantemente tutti gli esami R.A.D. fino al livello Advanced. Partecipa a numerosi stages tenuti da David Allen, Walter Venditti, Giovanni Patti e, fino al 1997, ai Summer School organizzati dalla R.A.D.s Attualmente prosegue gli studi di danza classica con i migliori maestri, dopo aver conseguito il diploma Teaching presso la R.A.D. nel 2006. Ha studiato inoltre danza moderna, contemporanea e tip-tap. Per quanto riguarda la preparazione flamenca, si avvicina a tale disciplina a soli 12 anni. Dal 1996 si reca annualmente in Spagna per studiare con i maestri più prestigiosi: a Sevilla e Jerez de la Frontera studia, tra gli altri, con Chiqui de Jerez, Rafaela Carrasco, Javier Latorre e a Madrid, nell’accademia “Amor de Dios”, con Manuel Reyes, Carmela Greco, La China, Adrian Galia e molti altri. Nel giugno 2001 inizia a far parte della compagnia “Alborea” di Mara Terzi con una tournée in Giappone presentando “Carmen”. Dal 1996 esercita anche la professione di insegnante di flamenco, tenendo corsi ad adulti e bambini a Verona e provincia e dal 2002 insegnando anche danza classica. Nel Luglio 2004 danza con la compagnia “Flamencos en route” di Brigitta Luisa Merki nell’opera Carmen nell’arena di Avenches in Svizzera.