Home Politica Sassuolo, Lenzotti e Mesini “Inaccettabile l’aumento delle tasse”

Sassuolo, Lenzotti e Mesini “Inaccettabile l’aumento delle tasse”

“La Giunta Menani cambi subito idea e blocchi l’aumento della Tari in fase di conguaglio”: è quanto chiedono i consiglieri comunali Pd di Sassuolo Serena Lenzotti e Matteo Mesini. Ecco il loro comunicato congiunto:

“Al Comune di Sassuolo nel 2020 sono arrivati diversi milioni di euro dallo Stato per far fronte al periodo Covid e alle minori entrate. In questo periodo di difficoltà non si può mettere le mani nelle tasche dei cittadini, l’aumento delle spese per il 2020 sia assorbito nel bilancio del Comune, che nel 2019 aveva chiuso i conti con un avanzo considerevole. E’ inutile che la Giunta scarichi le proprie responsabilità su altri; se il costo complessivo del Piano di Gestione dei rifiuti è deciso da un’autorità nazionale (ARERA , che è l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente) e dall’autorità locale Atersir, invece l’approvazione delle tariffe e il loro piano di riscossione è competenza del Comune di Sassuolo che ha facoltà di aumentarle o diminuirle o mantenerle invariate rispetto a quelle dell’anno precedente. Arera ha definito un aumento dell’1,6% per il 2020, l’Amministrazione deve assumersi l’onere di questo aumento, in modo da non aumentare il costo complessivo per il cittadino.

Molti Comuni del nostro Distretto stanno elaborando diverse proposte per ridurre le imposte locali: per l’ambito fiscale si parla di esonero dalla Cosap e riduzione della Tari a Maranello, mentre la vicina Formigine si è invece impegnata a far sì che i maggiori costi della Tari siano sostenuti dal  Comune, senza alcun aumento di aliquote e costi per i cittadini e per le aziende del territorio rispetto agli anni precedenti. Avevamo segnalato nei mesi passati che l’Amministrazione ha deciso la “riscossione” dei crediti non pagati per mensa e trasporto scolastico imputando un’azione rivolta ai “furbetti” e non considerando che chi non paga forse non arriva a fine mese. Anzi, ne aumenta il costo del 5%. Ora aumenta la Tari,  continuando a non considerare le conseguenze della crisi sociale che sta dilagando, come dimostra l’aumento dei cittadini sassolesi che si sono rivolti agli sportelli dei Servizi Sociali del Comune di Sassuolo”.