Home Ambiente Lo sviluppo sostenibile di Maranello spiegato ai ragazzi attraverso la nostra storia

Lo sviluppo sostenibile di Maranello spiegato ai ragazzi attraverso la nostra storia

Si concluderanno mercoledì 5 maggio, con un ultimo appuntamento incentrato sulle piste ciclabili del territorio e sugli obiettivi di ‘Agenda 2030’, gli incontri che hanno coinvolto diverse classi delle scuole medie maranellesi in un dialogo diretto tra alunni ed  amministratori locali su temi quali le politiche ambientali, l’urbanistica, la mobilità e lo sviluppo sostenibile, sempre più intrecciati tra loro.

L’iniziativa si terrà in collegamento video con le classi terze delle scuola medie ‘Ferrari’, utilizzando la connessione internet potenziata di recente nella struttura grazie ad un contributo del Comune. Oltre ai ragazzi e ai loro docenti, ha presenziato agli incontri l’assessore Elisabetta Marsigliante, al fianco della quale si sono alternati il sindaco Luigi Zironi e l’assessore Chiara Ferrari.

A metà aprile, in due distinte occasioni, l’assessore Marsigliante aveva già illustrato agli studenti di seconda media delle ‘Galilei’ la storia urbanistica di Maranello, attingendo per il suo racconto ad un archivio documentale composto da foto e mappe d’epoca, nonché da piani di sviluppo degli scorsi decenni. Questi ultimi si sono poi rivelati molto utili per spiegare ai ragazzi – in modo semplice e discorsivo – il funzionamento degli attuali strumenti urbanistici, in modo da far comprendere loro anche i percorsi che stanno portando alla realizzazione delle opere pubbliche previste in città nell’immediato futuro.

“Gli studenti hanno reagito davvero con grande interesse a questa iniziativa –  spiega l’assessore Marsigliante, che ha tra le sue deleghe l’Urbanistica e l’Ambiente – e il loro entusiasmo sincero, che si è tradotto anche in tante domande da parte loro, ci ha confermato la  bontà del progetto. Evidentemente sono rimasti colpiti dalla storia dei luoghi in cui vivono, dalle immagini di come fosse Maranello ancor prima della loro nascita e dai cambiamenti avvenuti nel corso del tempo”.

“Abbiamo notato anche una grande curiosità sulle possibili trasformazioni urbanistiche della città – conclude Elisabetta Marsigliante -, a partire dal Parco dello Sport, che ha subito attirato la loro attenzione. Così come il tema della sostenibilità ambientale, filo conduttore di tutti gli incontri: una volta stimolati su questi argomenti, i ragazzi hanno dimostrato una sensibilità particolare, che ci fa ben sperare per il futuro”.