Home Formigine Inclusione sociale: Formigine prosegue i progetti con l’Irlanda e le città partner

Inclusione sociale: Formigine prosegue i progetti con l’Irlanda e le città partner

Inclusione sociale: Formigine prosegue i progetti con l’Irlanda e le città partnerDa quando a marzo 2018 è stato firmato ufficialmente a Kilkenny il Patto di Gemellaggio tra la città irlandese e Formigine, proseguono i rapporti di relazioni internazionali tra la le due realtà.

Malcolm Noonan, già sindaco di Kilkenny e attualmente Ministro di Stato per il Patrimonio e la Riforma Elettorale, lo scorso novembre ha incontrato l’ambasciatore Italiano in Irlanda Paolo Serpi aggiornandolo sui progetti in essere con Formigine. Tra questi, una menzione speciale spetta al progetto di volontariato europeo al Centro d’Arte KCAT: per il quarto anno, il Comune di Formigine partecipa come partner al progetto promosso dall’Associazione Camphill Communities of Ireland, che prevede un’esperienza di volontariato della durata di 10 mesi presso il KCAT Art & Study Centre a Callan, cittadina nei pressi di Kilkenny.

«In questo centro dove il 90% degli studenti presenta disabilità fisiche o mentali – commenta Alessandro Bettuzzi, volontario partito per questa interessante esperienza formativa – si guarda alle persone come tali, e si usa il termine “necessità sociali” per definire la disabilità, perché al di là degli impedimenti che queste possono causare, l’unico bisogno costante che ci rende tutti uguali è uno solo, ovvero il bisogno di socializzare e di sentirci parte di un gruppo».

Grande attenzione anche al tema della sostenibilità: Victor Branagam, esperto irlandese sui temi della sostenibilità sociale e ambientale, è stato ospite di una delle ultime giunte comunali. Tema dell’incontro, il welfare e l’inclusione di tutte le fasce della popolazione, specialmente dal punto di vista dell’occupazione.